Summit IMBA Europe a Ramatuelle


Secondo summit IMBA EU
Ramatuelle, France – 18/19/20 Aprile

 

La località di Ramatuelle è un borgo molto chic su un promontorio della Costa Azzurra.

Opening SummitMa oltre agli ulivi, ai vigneti ed alla splendida vista sul golfo di Saint Tropez, a Ramatuelle appartiene anche un pezzo di storia della mountain bike. Nel 1984 si corse qui la prima edizione della Roc d’Azur con la partecipazione di ben… 7 concorrenti. Sono passati oltre trent’anni ed eravamo agli albori della mountain bike sportiva.

Oggi la Roc d’Azur è l’evento agonistico mtb più grande al mondo con 20.000 concorrenti nelle varie specialità e categorie. Oltre 150.000 sono gli spettatori.

Quanta strada ha fatto la mountain bike! Ma tante ce n’è ancora da fare ed è per questo che IMBA ha aperto due anni orsono IMBA Europe, la non-profit europea costituita da associazioni nazionali che la rappresentano e che ne sviluppano la filosofia ed i progetti.

IMBA EU ha scelto Ramatuelle per l’organizzazione del secondo summit europeo con un agenda piuttosto varia che andava dall’ingresso di due nuove nazioni (Polonia e Portogallo), al confronto su E-mtb, alla segnaletica ed alla professione di guida-istruttore.

Alla base di tutto però c’è la politica di sostegno alla mountain bike a tutti i livelli. Mike Van Abel, il Presidente di IMBA che ha il suo quartier generale a Boulder in Colorado, ha ribadito che la mountain bike ha costantemente bisogno di appoggio ed a volte di difesa. Indicativo il fatto che il primo relatore fosse un rappresentante della Forestry Commission Inglese. IMBA dialoga, prima di tutto, cercando sempre di fare progetti condivisi e di comune accordo con le parti coinvolte. Questa è la politica di lungo termine che IMBA porta avanti.

IMBA ha bisogno di crescere ed ha bisogno di sostegno. L’obiettivo è quello di fare di IMBA EU una voce autorevole a livello politico in modo da influenzare politiche mtb-friendly, cioè pro-mountain bike.Photo 21-04-2015 10 02 51 am

Il lavoro di IMBA a livello internazionale ci dice che la mountain bike ha un suo spazio si nella natura ma anche nelle economie locali che decidono di investirci. Uno dei prossimi obiettivi di IMBA Italia è quello di raccogliere ed organizzare casi studio che dimostrino con dati concreti l’impatto positivo della mtb. Al di fuori degli addetti ai lavori, ancora oggi pochissimi in Italia hanno capito che risorsa sia la mtb.

Il week-end, organizzato da Mountain Bikers Foundation (membro IMBA in Francia), ha visto anche due pedalate sui singletrack di questa bella zona Provenzale. Gli organizzatori hanno messo a disposizione sia le ottime guide MCF (Moniteur Cycliste Français) che alcune test bike grazie ai loro partner Lapierre e RaceCompany importatore Santa Cruz. Urge ha messo a disposizione i suoi stilosi caschi.

IMBA Italia avrà la sua riunione programmatica a Settembre in occasione di Cosmo Bike di Verona. Si farà un punto della situazione su IMBA EU e si parlerà di programmi con alcuni tavoli di confronto per dare delle risposte ai bikers su tematiche calde come quella dell’accesso ai sentieri.

Photo 18-04-2015 3 41 00 pm (1)