Report TBS Val di Sole – Trail Building School


Lo scorso 22 e 23 aprile nella splendida cornice della Val di Sole si è tenuta la terza edizione del TBS Trail Building School IMBA Italia, due giorni di corso teorico pratico per imparare le basi di una corretta progettazione, costruzione e manutenzione dei sentieri sostenibili secondo IMBA.

Un doveroso ringraziamento per il prezioso supporto nell’organizzazione dell’evento va a Sergio Battistini di Val di Sole Bikeland ed a tutto lo staff dell’APT Val di Sole in particolar modo a Vittorio Menghini e Roberta Mengon ed ovviamente agli sponsor “storici” del TBS 4Guimp con EVOC e NOV.ITA con Buff che anche quest’anno hanno confermato il loro supporto ad IMBA Italia.

Alla base del corso tenutosi in Val di Sole troviamo elementi che si possono applicare sia a trail realizzati ex novo che a sentieri esistenti per migliorarne le caratteristiche riducendone le problematiche legate all’erosione causata dagli utenti e dall’acqua ma anche preziosi dettagli che permettono di minimizzare il conflitto fra i diversi fruitori e rendere i sentieri più sicuri e divertenti per tutti, ovvero in breve dei sentieri sostenibili.

Continua la tracciatura del trail

Docenti del corso il trail builder professionista di fama internazionale Mark McClure che vanta al suo attivo progetti realizzati in tutto il mondo dagli Stati Uniti alla Cina passando per il Messico ed il Portogallo (nda oltre ad essere il trail builder di Andreu Lacondeguy alla Red Bull Rampage) ed Edoardo Melchiori Vice-Presidente IMBA Italia e board member IMBA Europe.

Da quest’anno in affiancamento ai docenti sono stati aggiunti dei supervisori IMBA Italia ovvero delle persone formate durante i passati corsi IMBA che hanno aiutato a gestire la logistica del week end e soprattutto hanno supportato i partecipanti del corso durante la parte pratica; un ringraziamento quindi a Marco Angeletti di ASD Emissioni Zero, Fabio Bottinelli e Maura Andreini di Valceresio Bike e non solo e Marco Bettocchi di Happy Trail MTB.

Lo staff del TBS Val di Sole 2017. Da sinistra: Sergio Battistini (Val di Sole Bikeland), Fabio Bottinelli e Maura Andreini (Valceresio), Mark McClure (Trail Specialist IMBA Europe), Edoardo Melchiori (IMBA Italia / IMBA Europe), Marco Bettocchi (Happy Trail MTB / IMBA Italia) e Marco Angeletti (Emissioni Zero).

Anche la terza edizione del TBS ha confermato la sua importanza a livello Europeo grazie ad un gran numero di presenze dall’estero. Dopo aver visto negli anni passati partecipanti arrivare da Polonia, Albania, Belgio, Norvegia e Portogallo quest’anno si sono registrate presenze da Svizzera, Romania e Madeira (per la seconda volta). Mentre per quanto riguarda l’Italia le regioni del nord e vicine alle Alpi si confermano le più attive seguite da Sicilia, Sardegna, Toscana e Puglia.

Il corso ha seguito il programma delle edizioni passate con i dovuti aggiornamenti dovuti alle caratteristiche della location. I partecipanti al corso dopo la registrazione ed aver ricevuto il pacchetto di benvenuto comprendente un Buff personalizzato IMBA Italia ed altri gadget offerti da Vittoria e WD-40 hanno quindi trascorso il sabato mattina in aula con la lezione bilingue in Italiano/Inglese per apprendere la teoria e l’importanza di una corretta progettazione dei sentieri che permette un basso impatto sull’ambiente e bassi costi di manutenzione.

Il TBS IMBA Italia inizia con la lezione teorica in aula

Dopo pranzo il gruppo si è quindi spostato a piedi sui vicini Trail della Val di Sole passando accanto alla famosa pista da 4X, l’arrivo del tracciato da DH ed XC dove si corre il mondiale UCI. Qui Sergio Battistini di Val di Sole Bikeland ha raccontato brevemente la storia del mondiale mtb in Val di Sole e l’evoluzione del bike park (i cui lavori sarebbero iniziati i primi di maggio). Dopo la sosta e qualche foto di rito ancora pochi minuti a piedi per raggiungere la location (individuata dagli organizzatori durante il sopralluogo del venerdì) per la parte pratica del corso: un tratto boschivo fra due strade sterrate. Obiettivo per il week end mettere in pratica la teoria tracciandone poi realizzando un trail di collegamento fra le due vie di comunicazione esistenti.

Sul campo i partecipanti al corso hanno realizzato, guidati da Mark, un sopralluogo del tratto di bosco prescelto. Ci si é quindi divisi in gruppi ed armati di inclinometro, nastro e bandierine si é iniziata la parte pratica dove tutti hanno potuto fare pratica con la tracciatura di un nuovo tratto di trail sotto l’occhio vigile dei docenti che si sono spostati fra i vari gruppi per verificare il corretto andamento del progetto.

Nell’arco del pomeriggio si è quindi tracciato il nuovo segmento di trail prestando particolare attenzione alla pendenza ed al terreno cercando di sfruttarne al massimo le peculiarità e la morfologia.

Mark mostra dove passerà il nuovo sentiero

Conclusa la prima parte del corso si é rientrati in hotel dove c’è stato tempo per una doccia prima di recarsi alla serata Aperi-Trail dove i partecipanti hanno avuto modo di scambiarsi idee ed impressioni dopo il primo giorno di corso davanti ad una pizza potendo anche discutere sui diversi progetti che stanno portando avanti nel proprio territorio. Apice della serata l’estrazione dei favolosi premi messi in palio dagli sponsor 4Guimp con zaini ed accessori EVOC, selle edizione limitata Selle Italia, gomme Vittoria e t-shirt IMBA.

Aperi-Trail con molti premi offerti dai nostri fantastici sponsor!

Domenica mattina dopo il ritrovo vengono distribuiti gli strumenti ed il pranzo al sacco e si ritorna nei boschi della Val di Sole per riprendere il lavoro iniziato il pomeriggio precedente. Come prima cosa si procede alla pulizia e messa in sicurezza del corridoio del sentiero spostando eventuali piante cadute e piccoli arbusti per scoprire il suolo sul quale lavorare. Con una più chiara visione della topologia del terreno si vanno quindi a rifinire le posizioni delle bandierine e del trail sempre controllando le pendenze.

Durante il corso tutti i partecipanti hanno modo di impratichirsi con l’inclinometro

Una volta divisi in gruppi si procede quindi alla realizzazione vera e propria del trail: un gruppo realizza un taglio completo a panchina mentre un altro inizia a lavorare su un ponte, un tratto di lastricato per proteggere le radici di un albero o un muretto a secco. Grazie all’entusiamo dei partecipanti al corso i lavori procedono velocemente nonostante l’oggettiva difficoltà del terreno pieno di radici e sassi (anche di grandi dimensioni) e caratterizzato dal notevole spessore del suolo organico (tipico del sottobosco) che rende difficile reperire suolo organico per i lavori. Si giunge così rapidamente all’ora di pranzo quando ci si riunisce in una radura per gustarsi il meritato pranzo al sacco.

Nel pomeriggio con l’ausilio di leve, cinghie e cricchetti continuano i lavori per spostare quei sassi che formeranno la struttura dei due ponti, di alcuni dei lastricati e di due curve con sponda. Entro la fine della giornata il nuovo sentiero é quasi totalmente finito ed avviene il “passaggio di consegne” al team dei ragazzi di Val di Sole Bikeland ai quali spetterà il compito di finire i lavori ed eventualmente estendere il nuovo sentiero proseguendo dove il primo tratto si riconnette con la strada sterrata.

Con cinghie, rockbar e tecnica (e braccia) si spostano massi anche di importanti dimensioni

Il corso si conclude infine con la consegna dei diplomi e la foto di gruppo.

Foto di gruppo per tutti i partecipanti del TBS Val di Sole 2017

 

I numeri del nuovo segmento di Trail realizzato durante il corso

Lunghezza: 140 metri

Altitudine partenza: 971 metri

Altitudine arrivo: 960 metri

Pendenza media: 8%

Totale lavori: 340 ore (esclusa tracciatura)

 

Sfoglia la gallery del TBS Val di Sole 2017
presented by EVOC (4Guimp) e Buff (Nov.Ita)

 

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *