fbpx

Mountain Biking sostenibile secondo IMBA: evita i sentieri in caso di fango

Uno dei 10 punti del mountain biking sostenibile IMBA è “evita i sentieri in caso di fango”. Ma cosa vuole dire di preciso? Sui social network ha suscitato molte risposte incuriosite ed ironia visto che il fango è spesso presente in molte uscite in mountain bike.

Percorrere un sentiero fangoso vuole dire danneggiarlo ulteriormente scavandolo, accentuando eventuali problematiche di erosione e creando canali che verranno riempiti dalle prossime piogge peggiorando ulteriormente le sue condizioni. Il risultato? In questo modo il vostro sentiero preferito sarà rovinato e saranno necessarie molte ore di lavoro per ripristinarlo.

Le condizioni peggiori sono in primavera ed autunno quando forti piogge e clima caldo contribuiscono a rendere più molle e vulnerabile il terreno. Se i sentieri sono in queste condizioni cercate di utilizzare strade alternative (asfalto o sterrato) o percorrete i sentieri quando le temperature calano e si ghiacciano.

Le tecniche IMBA di trailbuilding insegnano a realizzare sentieri con accorgimenti che aiutano a prevenire lo stagnare dell’acqua ed il formarsi di fango.

La prevenzione è molto importante, investite ad esempio una mattinata nel realizzare uno scolo per l’acqua su un sentiero vi consentirà di poterlo pedalare anche in inverno senza problemi!

Say no to mud poster-01

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

3 commenti su “Mountain Biking sostenibile secondo IMBA: evita i sentieri in caso di fango”